Weinrebe Binden Tradition Kaltern RD
Weinrebe Binden Tradition Kaltern RD

L’anno del vino

L’anno passa ed il vino matura… ecco i diversi processi delle vite dall’A alla Z.

Gennaio - marzo:

A gennaio la vite viene potata ed uno o massimo due robusti tralci vengono lasciati. Questi vengono portati a 9 fino a 11 gemme. Nelle cantine il “primo vino nuovo” (dell’anno scorso) viene imbottigliato. A febbraio e marzo (temperatura media 8°C) i tralci vengono legati ad un filo di metallo e quindi portati in forma. Inoltre, durante questi mesi ancora più freddi, l’area di coltivazione viene riparata, cioè i pali di legno vengono controllati, i fili metallici vengono ristretti e così via.

Aprile - giugno:

In aprile (temperatura media 12°C), grazie ai caldi raggi di sole della primavera, si dice che le vite “piangono”: l’acqua viene assorbita dalle radici e portata fino alle gemme ed alle estremità dei tralci. A maggio (temperatura media 17°C) i primi germogli si sviluppano. Questi devono essere protetti da malattie, come la peronospora e l’oidio che danneggiano la vite. Quasi tutti i vini dell’anno scorso vengono imbottigliati a giugno, quando la maturazione del vino è completa.

Luglio - settembre:

A giugno e luglio (temperatura media 23°C) i germogli e le foglie superflue vengono tolti, nel modo che quelli “buoni” possono crescere meglio, avendo più spazio e più sole. In agosto (temperatura media 20°C) l’uva superflua viene tolta, nel modo che su ogni germoglio resta solo un grappolo d’uva. Questo viene fatto per poter poi produrre un vino di altissima qualità. Durante i mesi caldi d’esate c’é inoltre grande pericolo che la vite può essere danneggiata dalla grandine. La vendemmia incomincia con l’uva bianca in bassi luoghi verso il 6 - 8 settembre (temperatura media 17°C) e dura fino a metà ottobre (temperatura media 13°C) in posizioni più alte.

Ottobre - dicembre:

In ottobre segue poi il resto: l’uva matura viene raccolta in 2 - 3 volte per avere un risultato di un vino ottimo di qualità alta. A novembre, dopo ca. 6 - 10 giorni di fermentazione, il vino viene separato dai rifiuti come la buccia, semi o eventuali steli. Da questi cosiddetti “rifiuti” viene infine prodotto il famoso grappa. Fino alla metà di dicembre il vino si rilassa e fermenta nelle botti delle cantine. Dopo il primo gelo, la vite si può rilassare, per poi riprendere il suo “lavoro” nella primavera dell’anno successivo.

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

Suggerimenti ed ulteriori informazioni