RS blauer schurz shop in meran
RS blauer schurz shop in meran

Il grembiule blu

Il grembiule blu Savoia, usato prevalentemente nell’agricoltura, è un abbigliamento da lavoro indispensabile in Alto Adige.

“Un uomo senza grembiule è solo vestito a metà” - questo proverbio altoatesino è ancora valido in tanti comuni dell’Alto Adige. Come nessun altro indumento, il grembiule blu caratterizza l’immagine degli artigiani e dei contadini locali. Questo “blauer Schurz” o “Firtig”, dotato di una pettorina e fatto originariamente di lino bianco, diventa di cotone nel XIX secolo, diventando l’indumento simbolo dei contadini. Portato sopra una camicia a quadri, veniva sostituito dall’abito tradizionale solo la domenica e nelle giornate di festa.

Ogni bambino riceveva per il primo giorno di scuola, il suo primo grembiule blu, ricamato con una bella immagine o con un proverbio. Anche gli uomini adulti avevano il proprio grembiule che arrivava fino al ginocchio e che indossavano tutti i giorni al lavoro. La sera, il lembo inferiore sinistro del grembiule rimaneva dov’era, mentre quello destro veniva alzato e legato dietro la schiena per segnalare la fine del lavoro. Spesso anche durante le Sante Messe, qualche tocco di blu Savoia spuntava dalla giacca dei fedeli.

Le singole particolarità e la legatura del grembiule blu, possono variare da valle a valle, ma ancora oggi questo grembiule è apprezzato nel lavoro quotidiano nel vigneto e nel maso, anche lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige. Talvolta il grembiule viene usato come zaino, cesto, asciugamano o bavaglino. A proposito: un grembiule blu è anche un bel souvenir altoatesino per un appassionato cuoco, un giardiniere o un re della griglia…

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere
Suggerimenti ed ulteriori informazioni