trudner horn im nebel
trudner horn im nebel

Monte Corno

Il Parco Naturale Monte Corno comprende i comuni di Egna, Montagna, Salorno, Anterivo, San Lugano e Trodena.

Un’area ricreativa con impianto Kneipp, un mulino ed un svariato paesaggio naturale: il Parco Naturale Monte Corno viene descritto come quello più vario dell’Alto Adige. Ha molte attrazioni da offrire: ampi prati e malghe con piccoli fiori colorati, laghetti, paludi, boschi submediterranei e tanto altro ancora caratterizzano la bellezza della natura. A una certa altitudine, sostituendo il bosco ceduo, l’escursionista trova boschi di abete bianco e di abete rosso, ma anche frassini e pini ed un magnifico panorama sulle montagne circostanti.

Ed è certo che nel sud dell’Alto Adige troviamo anche una vegetazione submediterranea. Piante come il pungitopo o l’agrifoglio ed anche animali come il variopinto ramarro, la cicala o la mantide religiosa possono essere viste durante delle escursioni. Il territorio si articola in due zone geomorfologicamente diverse: il fianco della Val d’Adige é costituito da rocce calcaree di dolomia, mentre nelle altri parti predomina il porfido quarzifero di Bolzano.

Il centro visite del Parco Naturale Monte Corno è allestito in un vecchio mulino elettrico. La struttura a tre piani è stata completamente restaurata ed il mulino è oggi perfettamente in funzione. Si tratta di un mulino elevatore che ancora oggi macina il grano dei contadini di Trodena e dintorni. All’interno del centro visite si trovano informazioni riguardo alle specifiche naturali, paesaggi rurali e della storia e cultura del parco naturale.

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

Suggerimenti ed ulteriori informazioni